Benefici per gli iscritti.

Per conoscere tutti i vantaggi per gli iscritti, per aderire alla ACPIC, per rinnovare la quota di iscrizione clicca qui

 

giugno: 2016
L M M G V S D
« dic    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Assenato il Premio Campanella2015

Il dr. Caggiati ed il Dr Bernardi mentre premiano il dr. Maruccia, vincitore
del Premio “A. Campanella” 2015, presso l’Ospedale IDI di Roma.

Il 22 dicembre 2015, durante il Corso”Chirurgia rigenerativa: up to date : Dalla ricerca alla clinica”  tenutosi nell’AulaCavalieri dell’IDI è stato assegnato il premio alla  migliore ricerca  tra quelle che erano state presentate durante la  riunione del mese di novembre  della nostra  associazione.

La  prossima riunione

La prossima riunione ACPIC si terrà 

Giovedì 4 giugno 2015 ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza


Programma:


-Prof. Valerio Cervelli: Introduzione e Metanalisi della letteratura scientifica sull’uso in Chirurgia Plastica del Plasma Ricco di Piastrine

-Dott. Pietro Gentile: Valutazioni clinico-strumentali dell’implementazione dell’attecchimento dell’innesto di tessuto adiposo autologo arricchito con PRP ed SVF nel trattamento dei difetti dei tessuti molli

-Dott.ssa Barbara De Angelis: Utilizzo di emocomponenti e biotecnologie nel trattamento delle ulcere degli arti inferiori

-Dott.ssa Valeria Fiaschetti: Valutazione mediante diagnostica ecografica ed MRI dell’innesto di tessuto adiposo autologo arricchito con PRP nel trattamento degli esiti di ricostruzione mammaria

-Dott.ssa Maria Giovanna Scioli: PRP: Studi In Vitro sulle Adipose Derived Stem 

Riprendono le riunioni mensili.

Argomento:  Monotematico, sarà prestabilito e spazierà  nell’ambito  della chirurgia plastica ed estetica con lo schema di Lecture, review bibliografica,  eventuali casi presentati  dai vari soci e ampia discussione. 

Inoltre, come in passato, saranno programmate incontri con oratori di chiara fama. 

Le riunioni saranno  sempre presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza alle 19 e 30

La prossima riunione è programmata per il 6 Maggio alle 19,30 presso l’aula di Dermatologia della Sapienza . Si raccomanda la puntualità:

Mercoledì 6 Maggio 2015 19:30

“Sieroma tardivo  e patologie correlate alle protesi mammarie”

Organizzatore: Prof. Nicolò Scuderi (Roma)

 

1. 19:30 Medline Annalisa Cogliandro (CBM- Roma)

2. 19:45 Focus on: I Linfomi T anaplastici loro correlazione con le protesi mammarie Prof. Maurizio Martelli (Sapienza-Roma)

3. 19:55 Il Sieroma tardivo Marco Mazzocchi (Perugia) Luca Andrea Dessy (Sapienza-Roma)

4. 20:10 L’utilizzo dell’ago di Verres Marco Mazzocchi (Perugia) Luca Andrea Dessy (Sapienza-Roma)

5. 20:15 Caso clinico di sieroma tardivo Claudio Bernardi e Carlo Carusi (Roma)

6. 20:20 Take home message Prof. Nicolò Scuderi (Roma)

 

 

Chiusura lavori 20:30

Problematiche in Chirurgia Plastica

Scarica il programma 

Come prevenire ed affrontare il contenzioso medico-legale in Chirurgia Estetica

Sixth International Conference on Regenerative Surgery,

Sixth International Conference on Regenerative Surgery,

Rome 11-13 December 2014

IMG_2096.PNG

Corso Avanzato di Dissezione Anatomica

Il “III Corso Avanzato di Dissezione Anatomica e tecniche Chirurgiche: La Chirurgia Estetica del Volto” che si terrà a Roma, il 18 ed il 19 settembre e ad Arezzo, il 20 ed il 21 settembre p.v.  ha avuto il patrocinio ACPIC.

Sacrica il programma

in ricordo di Michele Pascone

20140214-170321.jpg
Ci ha improvvisamente e prematuramente lasciato il Prof.
Michele Pascone, illuminata figura della Chirurgia Plastica Italiana.
Una personalità dallo stile elegante e raffinato e dalla docezza dei
gesti e dei modi. Un connubio di professionalità, cultura,umanità ed
integrità morale. Profondo cultore della nostra disciplina non ha mai
lesinato in consigli ed insegnamenti. Direttore di Cattedra
dell’Università di Bari, è sempre stato circondato dalla stima e
dall’affetto di tutti i suoi allievi. Il Congresso Nazionale tenutosi a
Bari nell’ultimo settembre rimarrà il suo ultimo regalo e pietra miliare
nella storia della nostra Società. Un caro amico prima che collega.
Lascia un vuoto enorme, incolmabile in tutti noi che lo ricorderemo per
sempre.
Ciao Michele,ci mancherai

Carlo Magliocca

Nuovo sito

Cari colleghi

come potete vedere ho ulteriormente rinnovato il sito. Per sfruttare a pieno le sue potenzialità è necessario che tutti i soci si registrino. Una volta registrati potranno accedere al proprio profilo e modificarlo secondo le proprie preferenze. Attualmente sono ancora presenti le vecchie pagine ma, man mano che i profili verranno aggiornati, queste scompariranno. Ho iscritto io la maggior parte dei  soci che risultano  quindi già registrati e dovrebbero aver ricevuto via mail le credenziali di accesso. L’iscrizione base , da sottoscrittore, prevede solo la possibilità di accedere al proprio profilo ed alle pagine riservate e di intervenire con commenti agli articoli pubblicati. Coloro che sono interessati a partecipare attivamente ed a scrivere articoli di attualità nel blog possono chiedermi via mail di cambiare la propria registrazione in “autore” verranno così abilitati a farlo. I colleghi che ho notato più attivi nel passato sono stati già registrati come “autori”. Stiamo valutando la possibilità di inserire in questo modo anche articoli scientifici. Ho inserito nel Blogroll a destra i link di tutti i colleghi che hanno un proprio sito web. Invierò tra breve a loro un logo da inserire nella loro Homepage. Questa operazione sarà molto utile per migliorare il “ranking”  sia di questo che del loro sito. Ho in varie occasioni incontrato alcuni soci che lamentavano di non essere presenti nell’elenco. Ricordando che , per statuto, la presenza è riservata ai soci che sono già soci ordinari SICPRE, segnalo qui che il sistema più semplice per essere inclusi nell’elenco è ora quello di registrarsi nel sito. Le nuove iscrizioni verranno trasmesse alla segreteria per competenza.

Attendo le vostre domande ed i vostri commenti. Ho anche predisposto un sondaggio in merito.

Gaetano Esposito

[poll id="3"]

Riunione mese di Giugno 2009

micLa nostra prossima riunione mensile di GIUGNO, come anticipato, verterà sul tema:

“La Medicazione in Chirurgia Plastica”.

L’incontro che rappresenta una Giornata di aggiornamento interuniversitario per le scuole di specializzazione in chirurgia plastica si terrà nel pomeriggio direl

 

 

 

Martedì 09 giugno 2009 alle ore 15:00

Tenuto conto del numero dei relatori e, soprattutto, la mancata disponibilità della nostra sede abituale, in tale occasione, la riunione si svolgerà presso:

“ARTEMISIA MAIN CENTER”- V.le Liegi, 45 – Roma

Scarica la locandina, in formato PDF, con il programma.

locandina in pdf

Cordiali saluti,

Flavio Saccomanno

A tutti i soci ordinari ACPIC:

image001A nome dell’ Osservatorio Sanità e Salute, siamo lieti di invitarla al convegno “La gestione del rischio nella chirurgia estetica”, che si terrà presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica,

Giovedì 25 giugno 2009 ore 10,00 – Piazza della Minerva 38 – Roma.

L’incontro si pone l’obiettivo di avviare una riflessione sulle questioni più importanti afferenti il tema della chirurgia estetica, nonché valutarne i problemi ed esaminare quali possano essere le iniziative e le soluzioni più efficaci per ridurre e prevenire i rischi nella sua gestione.
Il Convegno sarà presieduto dal Sen. Cesare Cursi, Presidente Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato e Presidente Osservatorio Sanità e Salute ed interverrà l’On. Francesca Martini, Sottosegretario Ministero Lavoro, Salute e Politiche Sociali ed importanti personalità del mondo scientifico.
La preghiamo di confermarci il prima possibile la sua partecipazione al fine di poter avviare le procedure di accreditamento per l’accesso al Senato;
Di seguito le modalità di iscrizione al convegno:
· Mandare mail a iscrizioni@focuseventi.it;
· Compilare il modulo di iscrizione al sito web www.focuseventi.it nella sezione relativa al convegno.

Scarica  la brochure:  brochure.pdf

“Chirurgia estetica: vietata ai minori”

Vietare gli interventi di chirurgia plastica estetica ai minori di 18 anni, a meno che non ci siano necessità cliniche. Lo ha proposto il Sottosegretario del ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, Francesca Martini (in foto) che ha presentato un disegno di legge che sarà tra breve sul tavolo del Consiglio dei Ministri per essere approvato, e che prevede l’istituzione di un registro delle protesi mammarie, “primo in Europa”.
Intervenuta al convegno “La gestione del rischio nella chirurgia estetica”, Francesca Martini ha presentato il disegno di legge: oltre all’età del paziente, il registro traccerà i materiali utilizzati nell’intervento e il follow up, cioè il programma terapeutico che il paziente stesso sta seguendo. Il registro dovrebbe permettere, nelle intenzioni del Sottosegretario, una maggiore possibilità di accreditamento delle strutture e formazione degli specialisti.
“C’è una necessità di dare una regolamentazione ad un settore che è un vero e proprio Far West. Negli ultimi 10 anni vi è stata una proliferazione di interventi di chirurgia estetica e in particolare di protesi mammarie”, queste le parole della Martini. Durante la conferenza stampa, sono stati illustrati i risultati del sondaggio: una donna su tre sarebbe scontenta del proprio aspetto. Per quanto riguarda in particolare le minorenni, il 36% dichiara non essere felice del proprio corpo e di questa percentuale, il 17% afferma che questa insoddisfazione deriva dal proprio seno. Quasi la metà delle intervistate ha dichiarato che avere un seno prosperoso potrebbe aumentare la propria autostima.
“Per quanto riguarda gli interventi di chirurgia estetica – ha dichiarato il sottosegretario Martini – sempre più spesso le adolescenti, più fragili e sensibili ai messaggi dei media, chiedono un seno nuovo.” Infatti, il dato più importate che è stato rilevato in questo sondaggio è che la stragrande maggioranza delle donne intervistate ha dichiarato di essere a favore di una normativa che neghi la possibilità alle minorenni di intervenire sul proprio corpo con interventi di chirurgia estetica.

“Considerati i rischi per la salute di interventi eseguiti quando la ghiandola mammaria non è ancora formata, stiamo pensando di escludere i ritocchi sulle minori non motivati da problemi medici. Voglio chiarire che non sono contraria alla chirurgia estetica, ma vorrei fornire a chi vuole sottoporsi a questo tipo di interventi garanzie e sicurezza” ha concluso il sottosegretario. Ha inoltre annunciato che a breve verrà creato un Registro nazionale delle protesi al seno che verrà collegato con una banca dati nazionale dove verranno inseriti i dati in merito agli interventi realizzati, le strutture dove vengono effettuati e i materiali usati per le protesi, tutto nel rispetto dei principi fondamentali in materia di privacy. Olga Iacuaniello da    http://www.notiziarioitaliano.it

Sondaggio:

Ma è veramente un problema la diffusione della Chirurgia Estetica tra i minorenni ?

[poll id="4"]

Quale Nina preferisci?

nina moric

nina moric

Ho pensato di stimolare un po’ la discussione sul sito inserendo questa foto.

Mi sono divertito a vedere, utilizzando un programma di elaborazione delle immagini, come sarebbe l’aspetto di Nina Moric eliminando gli eccessi di filler che un , a me ignoto, accondiscendente  “collega ” ha impiantato nel suo viso. Quanti di voi sarebbero fieri del primo risultato , quello vero, e quanti del secondo, a parer mio molto più equilibrato?

Una seconda domanda più provocatoria : Basta la maggiore età della paziente ad autorizzare un chirurgo ad accontentare una paziente che richiede interventi di chirurgia plastica di questo tipo?

Gaetano Esposito

SICPRE, FRANCESCO CONTE NUOVO PRESIDENTE ELETTO

 Milano, 2 ott. (Adnkronos/Adnkronos Salute) – E’ Francesco Conte il nuovo presidente eletto della Societa’ italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica (Sicpre), che ha chiuso ieri a Sanremo il suo 58esimo Congresso nazionale. Conte, direttore dell’Unita’ di chirurgia plastica, ricostruttiva e terapia delle ustioni all’Arnas Ospedale Civico e Benfratelli di Palermo, entrera’ in carica l’anno prossimo. Fino al passaggio di testimone il presidente della Societa’ e’ il milanese Andrea Grisotti, eletto l’anno scorso e ora ufficialmente al timone della Sicpre.

La ’4 giorni’ sanremese, al Palafiori della citta’ ligure, si e’ conclusa con un bilancio di 187 relatori intervenuti e 200 comunicazioni presentate in 49 sessioni scientifiche. “Come sempre, nei nostri congressi nazionali – dichiara in una nota Mariano Bormioli, presidente uscente Sicpre e presidente del congresso – e’ stata alta non solo la partecipazione, ma anche la qualita’ scientifica delle relazioni e dei partecipanti”, sottolinea.

E un ringraziamento va anche ai giornalisti. “Sono veramente felice anche dell’attenzioni riservataci dalla stampa – dice Bormioli – segno che e’ sempre piu’ avvertita la necessita’ di informazione seria, scientifica e imparziale in tema di chirurgia plastica ed estetica. Noi chirurghi abbiamo bisogno della stampa, per poter trasmettere al pubblico in modo corretto i limiti e le possibilita’ della nostra disciplina, per far chiarezza sui pregiudizi in un senso o nell’altro e indirizzare i nostri pazienti verso le soluzioni piu’ opportune”.

Riunione Novembre 2009

La nostra prossima riunione sarà il giorno:

Martedì, 3 Novembre – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

avrà come tema:

“Lifting facciale – III° medio e sospensione”

Relatori:

· C. Gasperoni

· M. Pelle

· N. Scuderi

Riunione Dicembre 2009

La nostra prossima riunione sarà il giorno:

Martedì, 15 Dicembre – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

Nella prima parte della riunione saranno presentati e discussi alcuni “CASE REPORT” di interesse clinico (casi difficili, dubbi, complicanze, ecc). I colleghi interessati ad una presentazione, sono invitati a comunicarne il titolo con sollecitudine al mio e-mail : flaviosac@tin.it

Nella seconda parte, dopo il resoconto annuale e la presentazione del programma delle riunioni mensili del prossimo anno, seguiranno l’Assemblea ordinaria dei soci con eventuali proposte, le presentazioni delle cariche per il rinnovo e le elezioni.

Infine, come di consueto, ci sarà il cocktail augurale di fine anno.

Inoltre ti ricordo che la presenza-link del tuo nome sul sito ACPIC è strettamente legata al regolare pagamento della quota associativa annuale (50 euro) e nel mese di gennaio 2010 il link dei soci morosi verrà disattivato. Il nostro tesoriere sarà presente per poter regolarizzare le quote oppure potrai eseguire il bonifico con queste coordinate

IBAN: IT44L0300203360000001064711

Colgo l’occasione infine per invitarti a partecipare a  questi  eventi :
-    – presentazione della “Campagna di Prevenzione delle Patologie della Mano” sempre martedì  15 Dicembre ore 12:00 presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza”  scarica l’invito

- – “Chirurgia del rimodellamento corporeo del grande obeso e post chirurgia bariatica. Live Surgery. (Prof. A. Felici).Lunedi 30/11/2009-Ospedale S. Camillo di Roma

-

- – First International Conference: Regenerative Surgery. (Prof. V. Cervelli). http://www.regenerativesurgery.it/

Cordiali saluti,

F. Saccomanno

Zapatero vieta gli spot della chirurgia plastica

Nell'ultimo anno in Spagna sono stati realizzati 400mila interventi di chirurgia plastica: è un vero record in Europa

Una nuova legge nel Paese con più interventi estetici in Europa

Revolución negli spot tv della Spagna, il Paese più «rifatto» d’Europa, dove spopola Corporación Dermoestética, la multinazionale della bellezza presieduta e posseduta al 52% da José María Suescun Verdugo, l’uomo che ama definirsi «il maggior consumatore di protesi mammarie d’Europa».La nuova legge sull’audiovideo, promossa dal governo del premier socialista Zapatero e approvata ieri dalla Camera, sancisce nella fascia di «protezione» per i minori (dalle 6 alle 22) il divieto di pubblicità che suscitino il «rifiuto della propria immagine e incitino all’emarginazione sociale a causa di una condizione fisica oppure all’esaltazione di fattori di peso o estetici». La legge colpisce dunque al cuore l’industria spagnola del «restyling», che tocca le 400 mila operazioni l’anno. E l’impero di Verdugo, che nel 2008 ha bombardato le spagnole con 14 mila spot, equivalenti a 73 giorni di pubblicità, in cui offriva lifting, liposuzioni, operazioni ai glutei, mammoplastiche.Un’impresa così gettonata da entrare a far parte del gergo popolare con la battuta: «Quella non la mette a posto neppur Corporación Dermoestética». Non a caso un sondaggio della multinazionale sottolinea come il 100% degli spagnoli conosca benissimo il «marchio della bellezza». L’impresa, poi, è l’unica del settore in Europa a essere quotata in Borsa. A Plaza de la Lealtad ancora ricordano il debutto: il fondatore si presentò accompagnato da 50 modelle, vestite con attillate uniformi da infermiere. E’ stata l’ennesima trovata di questo genio del marketing. Al contrario di quanto si potrebbe pensare non è un chirurgo, ma un diplomato nel settore della marina mercantile che non ha mai ha solcato i mari, ma che ha costruito una fortuna da impiegato di una ditta tedesca di prodotti per capelli. L’impero è nato nel ’79, con un investimento di 7 mila euro. Prima si è fatto le ossa con il «peeling» e le labbra al collagene, importato dalla California. Poi ha creato le cliniche di chirurgia estetica, che hanno conosciuto un vero boom grazie a un’altra invenzione da guru delle finanze: la «bellezza a rate», anche nota come la «democratizzazione della bellezza». Chiunque poteva rifarsi la silhouette pagandosi gli interventi in un periodo variabile, a scelta del cliente. La Spagna prima e l’Europa dopo si sono arrese alla multinazionale, che però, di recente, ha chiuso i battenti in Inghilterra e poi in Italia per colpa delle crisi. Nei primi 9 mesi del 2009 sono state registrate perdite per 2,9 milioni di euro contro un utile di 163,3 nello stesso periodo del 2008. E’ stato un successo dovuto in larga parte agli spot. «Il marketing è una delle voci più importanti, perchè si deve essere il marchio di riferimento», assicurava il re della chirurgia estetica a rate. Uno studio interno dell’impresa rivela che la cliente tipo è una donna tra i 31 e i 45 anni (che concentra il 44% della domanda), seguita da quelle tra i 46 ai 55 anni. E le ragazzine? Anche loro sono clienti di Corporación Dermoestética: la fascia tra i 18 e i 30 anni rappresenta il 24% dei clienti). D’ora in poi, però, senza spot fino alle 22 dovrebbe calare la richiesta alla mamma per «un par de tetas nuevas».
GIAN ANTONIO ORIGHI

MADRID da La Stampa.it

Cambiamenti in seno al Consiglio Direttivo

Cari Colleghi,

durante la nostra Assemblea annuale  di martedì 15 dicembre 2009   sono stati decisi dei cambiamenti in seno al Consiglio Direttivo. Ho infatti dato l’indicazione di promuovere alcuni soci che si sono rivelati particolarmente attivi in passato affiancandomi nell’organizzazione delle riunioni e ciò è stato approvato. Per me ho accettato l’incarico di coordinatore lasciando quello più operativo di segretario. Rimane rispettata la rappresentatività delle nostre tre estrazioni ( liberi professionisti, ospedalieri e universitari).

Spero vivamente che tutto ciò sia di stimolo  affinché la nostra Associazione sia ancora più dinamica e propositiva e che possa aumentare la coesione di tutti noi soci, non solamente dal punto di vista scientifico.

Le nuove cariche sono  le seguenti:

COORDINATORE – Flavio Saccomanno

SEGRETARIO – Claudio Bernardi

TESORIERE – Roberto Bracaglia

CONSIGLIERI – Alessio Caggiati; Emanuele Cigna; Paolo Persichetti; Pierfrancesco Cirillo e Valerio Cervelli

REFERENTI - Aldo Felici; Mario Pelle Ceravolo; Nicolò Scuderi

RESPONSABILE PER L’INFORMAZIONE – Gaetano Esposito.

Seguirà a breve la comunicazione del Segretario sulle prossima attività.

Cordiali saluti,

Flavio Saccomanno

Il calendario delle prossime riunioni mensili

Cari Colleghi,

nel mese di gennaio scorso c’è stata la riunione del Consiglio Direttivo ACPIC . Tra le varie decisioni, si è resa esecutiva la cancellazione dal nostro sito del link dei soci non in regola con la quota annuale 2009. Per essere reinseriti , occorrerà effettuare il versamento di euro 50 durante la prossima riunione mensile o mediante bonifico con queste coordinate

IBAN: IT 65 A 0300203360000400402356

Il calendario delle prossime riunioni mensili sarà il seguente:

Mercoledì 10 Marzo

Martedì 6 Aprile

Mercoledì 5 Maggio

Martedì 8 Giugno

Vi comunico che la nostra prossima riunione avrà come tema la chirurgia, ricostruttiva ed estetica del padiglione auricolare e sarà il giorno:

Mercoledì, 10 Marzo – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

Vi ricordo che alle ore 19:45 comincerà la prima comunicazione.

Si invitano tutti i soci a partecipare attivamente e inviarmi eventuali titoli di comunicazioni

a tema. Inoltre, come ormai è consuetudine, rimane sempre aperto uno spazio per presentazioni di singoli casi d’interesse clinico.

Vi segnalo due eventi la cui partecipazione sarà gratuita per i soci ACPIC in regola con l’iscrizione (obbligatoria la conferma a claudiobernardi@tiscali.it ).

- 3° Congresso Nazionale CORTE dal 4 al 6 Marzo 2010 (www.corteitalia.org.) Rome Cavalieri, via Cadlolo 101, Roma.

- III Master di Dermatologia Estetica e Correttiva – SIDEC – 19/21 marzo 2010 Hotel Aran Mantegna, Via Andrea Mantegna 130, Roma

Cordiali saluti,

Claudio Bernardi

Riunione di Aprile

Nella nostra prossima riunione saranno presentate tesi di specialità di neospecialisti su argomenti di notevole interesse scientifico e clinico. Si invitano tutti i soci a partecipare.

L’appuntamento è confermato per il giorno:

Martedì, 6 Aprile – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

Tesi di specialità in Chirurgia Plastica

- Dott. Pietro Gentile: ” Nuove frontiere in chirurgia rigenerativa: utilizzo di gel piastrinico e fattori di crescita nell’innesto di tessuto adiposo”. Università Tor Vergata – Prof. Cervelli.

- Dr. Fulvio Conte: ” Utilizzazione del tessuto adiposo prelevato con metodologia di Coleman nel trattamento della sclerodermia e della S. di Romberg “. Università LA Sapienza – Prof. Scuderi.

- Dr.Luca Fracasso - “Il trapianto di grasso autologo nelle ricostruzioni mammarie”. Università Cattolica – Prof. Farallo

- Dr. Giovanni Marangi – “Ruolo dell’infezione sub-clinica nella contrattura capsulare- Università Campus Biomedico – Prof. Persichetti

- Dott.ssa Elena Bartoccioni – “Neovaginoplastica con innesti autologhi: la nostra esperienza”. Università Cattolica – Prof. Farallo.

Vi ricordo che alle ore 19:45 comincerà la prima comunicazione. Inoltre, come ormai è consuetudine, rimane sempre aperto uno spazio per presentazioni di singoli casi d’interesse clinico.

Ricordo che per essere reinseriti nel nostro sito http://www.acpic.it/ occorre regolarizzare la quota del 2009 (50 euro) oltre a quella dell’anno corrente.

IBAN: IT 65 A 0300203360000400402356

Colgo l’occasione per farvi gli auguri di Buona Pasqua

Cordiali saluti,

Claudio Bernardi

Riunione Maggio

Sono passati ben sette anni dal meeting dedicato alla fotografia digitale in chirurgia plastica (Università Campus Biomedico di Roma,10 maggio 2003) ed abbiamo ritenuto opportuno riproporre questo argomento, affidandolo ad un esperto del settore.

La relazione sarà preceduta da una breve comunicazione del dott. Cirillo sulle “Problematiche inerenti le autorizzazioni regionali sugli ambulatori chirurgici”.

Visto l’importanza degli argomenti proposti vi invito a partecipare alla nostra prossima riunione del:

Mercoledì 12 Maggio – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

Vi ricordo che alle ore 19:45 comincerà la prima comunicazione

Claudio Bernardi

I Congresso Nazionale Metamorfosi allo Specchio 2010

metamorfosi3Implicazioni psicologiche nella gestione del paziente in Medicina Estetica e Chirurgia Plastica

CommentsPosts

http://metamorfosi2010.org/

4° CONGRESSO NAZIONALE CO.R.TE.

4° CONGRESSO NAZIONALE CO.R.TE. – INFEZIONI E CICATRICI; RIPARAZIONI DEI TESSUTI; NUOVE TERAPIE E DISPOSITIVI MEDICI; ASPETTI PRATICI DEL TRATTAMENTO DELLE FERITE
ROMA 1-2-3 MARZO 2012
ROME MARRIOTT PARK HOTEL

Jaka Congressi s.r.l.
Via della Balduina, 88 – 00136 Roma
Tel. +39 06 35497114
Fax +39 06 35341535

e-mail: m.castaldo@jaka.it

Scarica Locandina  loc_35x50_12_01
Scarica Brochure   progr_corte_II_Stampa

Premio “Antonino Campanella”

In occasione del Workshop tenutosi all’IDI a giugno 2011, è stato istituito il Premio “Antonino Campanella”, indirizzato ai medici del V anno di specializzazione in Chirurgia Plastica delle 5 scuole romane. Considerando che si tratta di un evento formativo, che mira a verificare le capacità del candidato di presentare un lavoro scientifico in ambito congressuale, verranno valutate principalmente chiarezza espositiva, concisione, rispetto dei tempi e, solo in ultimis, il contenuto.
Caratteristiche :
Presentazione orale ppt di 10 minuti strutturata in: premessa, introduzione, materiali e metodi, risultati, discussione e conclusioni. Le domande correlate di generalità, anno e scuola di iscrizione e titolo della presentazione dovranno pervenire a breve via mail alla segreteria ACPIC (claudiobernardi@tiscali.it). I lavori saranno presentati durante la riunione ACPIC di martedì 8 novembre.
La premiazione avverrà in quella di martedì 13 dicembre 2011.

Premi in palio: Primo classificato G. Botti Chirurgia estetica dell’ invecchiamento facciale – Piccin ed.

A tutti i partecipanti N. Scuderi A me la mela – Feltrinelli ed.

Link friend finder dating sites Text dating in dominican republic Here

La riunione di Ottobre 2011

Gentile Socio,

La prossima riunione ACPIC sarà

Martedì 4 Ottobre – ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

La riunione sarà a “tema libero”, offrendo a tutti i soci la possibilità di partecipare sia con casi clinici, sia con idee e proposte individuali.

Vi invito, dunque, a prendere parte attivamente alla riunione inviandomi il titolo dell’eventuale comunicazione.

Vi ricordo che alle ore 19:45 comincerà la prima comunicazione.

Cordiali saluti,
Il Segretario

La riunione di novembre 2011

La prossima riunione ACPIC sarà

 

Martedì 8 Novembre   2011 ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza

 

Per il Premio “Antonino Campanella”Sono stati selezionati

I seguenti relatori:

 

- Laporta Rosaria“Skin-sparing mastectomy tipo IV e V: studio retrospettivo e valutazione dei risultati”.

- Dott. Fino Pasquale.- “A new association between hyaluronic acid and collagenase”.

- Michele Maruccia – “The use of poly-lactic acid to improve projection of reconstructed nipple”. .

- Matteo A. Angelini – “Analisi Prospettica computerizzata della sensibilità nella ricostruzione mammaria con lembo DIEP non re innervato”.

- Marika Langella – Correlazione tra Infezione Subclinica e Contrattura Capsulare: Studio Prospettico su 69 Pazienti sottoposte a I Tempo di Ricostruzione Mammaria post Mastectomia Radicale con Espansori Tissutali.

 

Vi ricordo inoltre che il 14-15-16 Dicembre 2011 si terrà a Roma la “Third International Conference on Regenerative Surgery” organizzata dal Prof Cervelli. Per i soci ACPIC è stata riservata una quota d’iscrizione  ridotta di  240 euro.

 

Cordiali saluti,

Il Segretario

La riunione di dicembre 2011

L’ultima riunione mensile ACPIC del 2011 sarà il workshop
La Chirurgia Rigenerativa in Chirurgia Plastica

SEDE DEL CORSO:
Aula Multimediale R. Cavalieri (piano ¬2)
IDI IRCCS Via dei Monti di Creta, 104 – 00167 Roma

Martedì 13 dicembre ore 18:00

Dopo le relazioni scientifiche e la Consegna del Premio “A. Campanella” seguirà il rituale consueto brindisi natalizio

Cordiali saluti,
Il Segretario

programma

La Chirurgia Rigenerativa in Chirurgia Plastica

Martedì 13 dicembre 2011 si è svolto il sarà il workshop  “La Chirurgia Rigenerativa in Chirurgia Plastica” presso l’ Aula Multimediale R. Cavalieri dell’ IDI IRCCS  di Roma.
Sono stati affrontati in maniera dettagliata argomenti di assoluta attualità, facendo il punto sullo stato dell’arte delle cellule staminali e dei fattori di crescita piastrinici, in particolare riferimento al loro impiego in chirurgia plastica ed in  medicina e chirurgia estetica. Dopo le relazioni scientifiche, alla fine del meeting  che ha coinciso con l’ultima riunione mensile ACPIC,  è avvenuta  la consegna del Premio “Antonino Campanella”.
Al  vincitore del premio (dott. Matteo A. Angelini) e a tutti i partecipanti ( dott.ssa  Laporta Rosaria, dott.ssa  Marika Langella,  dott. Michele Maruccia, dott. Fino Pasquale) vanno i nostri più sentiti auguri.

La verità sulle protesi PIP

La verità sulle protesi PIP
Una protesi mammaria è costituita da un involucro di materiale plastico e da un contenuto che, nella maggior parte dei casi, almeno in Europa è costituito da un gel di silicone. La differenza fra le varie protesi è data dalla forma,dalla tipologia del gel contenuto nell’involucro e dalle caratteristiche dell’involucro stesso.
La variabilità degli impianti è una conseguenza del fatto che non esiste una protesi “ per tutte le stagioni” ; ogni paziente è portatrice di una realtà anatomo-clinica diversa per cui esiste la necessità di scegliere l’impianto con le caratteristiche che più si addicono al singolo paziente ed singles 1969-73 al singolo intervento che dovrà essere effettuato su quel paziente.
Nel libero mercato esistono numerose case produttrici di protesi mammarie. Ognuna delle quali offre i suoi prodotti sottolineandone le caratteristiche e proponendole ai chirurghi i quali operano la loro scelta su criteri scientifici (pubblicazioni specifiche ed esperienza personale etc.) e pratici ( facilità di reperimento e d’uso, rapporto qualità prezzo etc.).
Da un punto di vista strettamente economico non è scientificamente corretto giudicare la validità di un impianto sulla base del suo costo in quanto alla creazione del prezzo di una protesi concorrono una serie di fattori: in primis le spese di marketing e di distribuzione ed in ultimo il columbia river gorge web cam costo di produzione. Questa priorità dei valori nella quantificazione del costo di un impianto è data dal fatto che, trattandosi di materiali di facile ed immediato reperimento la qualità dei materiali stessi ha un’influenza relativa sul costo al dettaglio dell’impianto rispetto a quello della catena marketing-distribuzione che, invece, è molto alto.. Da ciò si evince che una protesi che costa 100 Euro di più non necessariamente offre migliori garanzie o risultati di una concorrente che ha un costo relativamente più economico.
Da un punto di vista di attinenza alle regole ogni impianto deve essere contrassegnato da un marchio CE che ne garantisce la commerciabilità nei paesi dell’Unione Europea.
Pertanto se esaminiamo un listino prezzi di alcuni tipi di protesi reperibili sul mercato vedremo che esiste una minore variabilità fra alcune tipologie di impianti allineati su un listino pressoché sovrapponibile ed altre che si collocano in una fascia più alta per scelta del produttore o del distributore.
PIP: 740,00 E +iva

CUI Allergan 750,00 E +iva

Laboratoire ARION 800,00E+ iva

Sebbin 800,00 E+ iva

Eurosilicone 800,00 E + iva

Esistono poi altre case ( Allergan, Mentor,Polytech Silimed etc. ) che propongono costi leggermente più alti spesso correlati ad una migliore distribuzione , ad una più ampia scelta di modelli o ad una maggiore e più solida penetrazione del marchio sul mercato.
La Poly Implant Prothese, sul mercato da oltre 20 anni, ha prodotto e commercializzato centinaia di migliaia di impianti che per un lungo periodo non hanno creato problematiche più frequenti od importanti della altre protesi. Il 31 Marzo 2010, però, a seguito di alcune segnalazioni riguardo alcune complicazioni relative agli impianti prodotti da questa casa il Ministero della Salute francese ha constatato che le caratteristiche fisiche delle protesi PIP non corrispondevano più ai criteri necessari alla commercializzazione ed ha bloccato la vendita e ritirato dal mercato tutte le protesi PIP.
Tempestivamente anche il Ministero della Salute italiano ha seguito la stessa linea d’azione con la direttiva del 1 Aprile del 2010. Sia il continente che il contenuto delle protesi appariva di qualità difforme da quella che era stata accertata al momento del rilascio dell’autorizzazione al commercio alcuni anni prima.
Nel frattempo venivano eseguiti studi sui pazienti portatori di queste protesi che evidenziavano una maggiore frequenza di rottura ed una maggiore fluidità del gel che appariva di qualità industriale e non medica, quindi inappropriata, con conseguente più alto rischio di irritazione da parte del webcams milf materiale sui tessuti circostanti in caso di fuoriuscita per rottura della capsula esterna.
Non è mai stato accertata alcuna tossicità, né rischio di cancerogenicità nei due studi free adult dating pleasant run ohio effettuati dal Ministero della Salute francese ed inglese che si sono occupati dell’argomento.
Qualche giorno fa’, però, sono apparsi comunicati stampa mediatici decisamente allarmistici in cui si parlava di rischio cancro e necessità di asportazione immediata delle protesi. Ciò ha creato il panico in tutte le pazienti ,molte delle quali hanno contattato i chirurghi con paure ed ansie spesso ingiustificate.

La realtà dei fatti è nei seguenti punti:

1 Le protesi mammarie non sono eterne, di qualunque casa esse siano. Esistono pubblicazioni scientifiche attendibilissime che informano sul fatto che a dieci anni dall’intervento dal 26% al 50% delle protesi evidenziano fenomeni di importante usura o rottura conclamata. Addirittura uno studio più vecchio del 1998 (effettuato ,però,su protesi che avevano minore resistenza nel tempo) stima che dopo 15 anni l’83% degli impianti presentava fenomeni di rottura. Una ricerca più attuale, verosimilmente grazie alla migliore qualità delle protesi di più recente produzione, offrirebbe risultati meno allarmanti. Da ciò si evince che tutte la pazienti sottoposte ad un intervento di mastoplastica additiva dovrebbero essere periodicamente sottoposti ad esami clinici e radiologici per accertare l’integrità delle protesi. Tale misura precauzionale è ancor più valida nel caso delle protesi PIP.

2 Le pazienti che non conoscono la tipologia delle loro protesi devono farne richiesta al chirurgo che le ha operate e che dopo aver effettuato una approfondita valutazione del caso attraverso gli esami clinico strumentali ( ecografia e risonanza magnetica) suggerirà la condotta più opportuna.

3 Il Ministero della Salute inglese ha sottolineato che non esiste nessuna necessità di espiantare le protesi PIP a meno che non esista evidenza di fenomeni infiammatori o di rottura delle stesse.
Il Ministero della Salute italiano concorda sulla stessa linea di azione. In tampa fl gay life and dating Francia Il Ministro francese Bertrand suggerisce la necessità di rimuovere le protesi contrastando con le conclusioni degli studi effettuati.

4 Non esistono motivi che debbano creare panico nelle pazienti in quanto è stato provato scientificamente da accurati studi pubblicati sulla migliore rivista di chirurgia plastica americana che confermano che la rottura di una protesi debba necessariamente essere trattata con urgenza soltanto qualora il gel abbia superato la barriera che il corpo crea e che circonda sempre la protesi stessa. Qualora esista un usura od anche una rottura dell’impianto, ma senza stravaso del gel nei tessuti al di fuori di tale barriera, l’intervento di sostituzione non ha nessun carattere di urgenza ma può essere dilazionato e programmato nel tempo. A tutt’oggi esistono decine di migliaia di pazienti che vivono con protesi che presentano una rottura intracapsulare ( in cui il gel rimane nella capsula cicatriziale formata dal corpo), lo ignorano e probabilmente morranno per cause naturali senza trarre alcun danno dagli impianti che portano con sé

5 Le responsabilità di questa situazione sono da attribuire esclusivamente alla casa PIP che ha pensato, verosimilmente per abbassare i costi di produzione, di usare materiali di minor qualità rispetto a quelli che utilizzava prima. Ignoriamo a che data risalga questo peggioramento nella qualità della produzione. Ad un esame fisico tale peggioramento di qualità non era assolutamente percepibile dal medico, quindi i chirurghi che hanno impiantato le protesi sono stati ingannati alla stessa stregua dei pazienti. E’ assurdo attribuire responsabilità ai medici utilizzatori di queste protesi le quali, non solo avevano il marchio CE come tutte le altre, ed un costo paragonabile a molte delle loro concorrenti ma presentavano, all’esame visivo, caratteristiche fisiche del tutto appropriate e ottimali per tali interventi. Per cui la scelta di tali impianti risultava prima della scoperta delle recenti ricerche assolutamente in linea con le norme vigenti che regolano la professione chirurgica in tutti gli stati dell’Unione Europea.

6 E’ opportuno sottolineare come anche gli organismi di controllo europei sui dispositivi medico-chirurgici non abbiano fatto una gran bella figura in questa http://dovetaildoors.com/c5d-dating-women-in-australia occasione. Come è possibile che una volta elargita un’autorizzazione alla commercializzazione ad un certo tipo di protesi se ne controlli la qualità solamente dopo 10 anni, ed esclusivamente in seguito a segnalazioni di complicazioni ? Non dovrebbe essere importante controllare annualmente caratteristiche e qualità di tali dispositivi che vengono inseriti in decine di migliaia di pazienti e che centinaia di migliaia di pazienti portano con sé per tutta la vita ? La FDA americana è di gran lunga meno elastica e molto più severa nel permettere l’uso di qualunque dispositivo medico da usare su pazienti. Prima di ottenere un autorizzazione alla commercializzazione esige esami meticolosi in vitro ed in vivo per periodi adeguati a fornire certezze scientifiche. Inoltre tale organizzazione esercita controllo continuativo sui prodotti garantendo che i criteri necessari vengano mantenuti immutati nel tempo ed ulteriormente adeguati ai miglioramenti conseguenti ai dati riportati dalle pubblicazioni e dai sanitari di riferimento.
7 Il Ministero della Salute ha confermato che gli eventuali interventi causati da necessità di espianto saranno a carico del Sistema Sanitario Nazionale. Non sono ancora stati comunicati i dettagli e le procedure da seguire per gli aspetti amministrativi relativi a tali interventi.

Il Consiglio Direttivo della AICPE

 

Visite gratis in Chirurgia Estetica? Attenzione!

Ecco alcuni buoni motivi per i quali la visita specialistica privata non deve essere gratuita

Il Chirurgo Plastico quando esegue una prima visita finalizzata ad un intervento di chirurgia estetica, ha bisogno di tempo: per ascoltare il paziente, per osservarlo e visitarlo, per pensare e riflettere. Tutto ciò offre una qualità superiore all’atto medico che comprende la raccolta completa dell’anamnesi, la visita approfondita, il progetto adeguato del trattamento, l’informazione completa ed esaustiva sul trattamento proposto, sulle possibili alternative, sulla convalescenza, sugli esiti e possibili complicanze, ed altro.
La disponibilità di tempo consente al paziente di porre ogni domanda utile per approfondimenti e chiarimenti per arrivare alla decisione chirurgica con la giusta informazione e consapevolezza.

Inoltre, il Chirurgo Plastico, non guadagnando esclusivamente sul trattamento, è libero di fornire un parere davvero neutrale, “spassionato”, imparziale ed onesto, correndo magari anche il rischio di sentirsi rifiutato un trattamento che lo specialista non ritiene sicuro od efficace.

Il Medico che visita gratuitamente, di contro, guadagna solo se il paziente decide si subire un trattamento e potrebbe per questo essere spinto ad invogliarlo a sottoporsi ad un intervento senza esporre esaurientemente i limiti e le possibili complicanze.

Dr. Claudio Bernardi

Riunione di Aprile

Artemisia Main Center –  Viale Liegi, 45 - Roma 

                                      Martedì, 3   Aprile alle 19:30   

                  Tema:   “Blefaroplastica estetica”  

                  Relatori: P. Persichetti, E. Bartoletti, N. Scuderi, M. C. Pelle e F. Saccomanno.

Verrano trattati: Anatomia chirurgica,  Tecnica chirurgica di base ,  Complicazioni,

 

                  Cantopessi e Blefaroplastiche complesse.

 

     Gli argomenti trattati  possono essere di orientamento per i chirurghi che iniziano e stimolante

La Riunione di Maggio 2012

Mercoledi, 2 Maggio ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza”

Tema:   “FILLERS VOLUMIZZANTI”

Moderatore dr. L. Piovano

La riunione vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento tra i vari “attori” interessati  sul  un tema  dei Filler Volumizzanti  e su tutti quei dispositivi medici ampiamente utilizzati in medicina e chirurgia estetica per le correzioni delle ipovolumetrie del volto.

Un evento scientifico, il nostro, che cerca di far interagire e coinvolgere tanto  i chirurghi plastici in formazione che si approcciano al mercato del lavoro, nelle prime esperienze lavorative proprio con queste metodiche, quanto i chirurghi plastici più maturi, che vi troveranno la possibilità di un continuo sviluppo e aggiornamento  professionale, avendo modo di chiarire  “tip and tricks” dei prodotti innovativi.

Confidiamo nella vostra partecipazione, convinti che questo potrà non solo rappresentare un momento di formazione e scambio di competenze, ma soprattutto una collaborazione interdisciplinare che mette a confronto esperienze concrete, capaci di mostrare l’eccellenza e punti di forza della nostra professione.

Riunione di Giugno

 

 STANDARD, SICUREZZA  e SVILUPPI FUTURI DELLE TECNICHE di LIPOASPIRAZIONE

Istituto Dermopatico dell’ImmacolataIRCCS 27 giugno 2012 Aula Multimediale R. Cavalieri Istituto Dermopatico dell’Immacolata Via Monti di Creta, 104 – Roma ISTITUTO DERMOPATICO DELL’IMMACOLATA Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Direttore Scientifico: Christian Steinkühler

La lipoaspirazione è uno degli interventipiù eseguiti in chirurgia estetica e conl’introduzione della lipostrutturazione, vienesempre più spesso effettuata anche confinalità ricostruttive.La metodica di base ha visto una sua continuaevoluzionenegliannigraziealperfezionamento degli aspetti sia tecnici cheanestesiologici, per cui oggi viene sempre piùspesso utilizzata in sinergia con nuovemetodiche strumentali, come avviene nellaliposuzione ultrasonica, nella laserlipolisi enellaliposuzioneassociataallaradiofrequenza.L’obiettivo del Workshop è quello di fornire unaggiornamento tecnico sulle reali potenzialitàdelle diverse metodiche di lipoaspirazione esulla valutazione dei rischi correlati con lametodica tradizionale e con le tecnichestrumentali di recente introduzione.

INFORMAZIONI GENERALI

DIRETTORI DEL CORSO:

Alessio CaggiatiDivisione di Chirurgia Plastica – IDI IRCCS, Roma

Claudio BernardiChirurgo Plastico, Casa di Cura Santo Volto, Roma

Sede del Workshop:Aula Multimediale R. CavalieriPiano -2 (adiacente Biblioteca)Istituto Dermopatico dell’Immacolata IRCCSVia Monti di Creta, 104 – 00167 Roma

DOCENTI e CHAIRMEN:

Claudio Bernardi Chirurgo Plastico, Casa di Cura Santo Volto, Roma

Alessio CaggiatiChirurgo Plastico, Divisione di Chirurgia Plastica – IDIIRCCS, Roma

Emanuele Cigna Chirurgo Plastico – Cattedra di Chirurgia PlasticaUniversità di Roma La Sapienza, Roma

Marco Sonnino Chirurgo Plastico – Divisione di Chirurgia PlasticaOspedale San Filippo Neri, Roma

Marco Stabile Chirurgo Plastico, U.O.C. di Chirurgia Plastica e CentroGrandi Ustioni – Azienda Ospedaliera UniversitariaPisana, Pisa

Maurizio Valeriani Chirurgo Plastico – Direttore U.O.C.di Chirurgia PlasticaOspedale San Filippo Neri, Roma

Modalità di partecipazione:Il Workshop è destinato a 60 medici specialisti inchirurgia plastica e ricostruttiva

Quote di iscrizione:Iscritti ACPIC:€ 30,00 Non iscritti ACPIC € 80,00 Per gli specializzandi in Chirurgia Plastica la partecipazione è gratuita.CERTIFICAZIONE CREDITI ECM

Questo evento darà diritto all’attribuzione di creditiformativi ECM. Poiché ai sensi della vigente normativa il rilascio dellacertificazione è subordinato alla effettiva partecipazione all’intero programma formativoeallaverifica dell’apprendimento, i partecipanti saranno tenuti a firmare una apposita scheda di presenza e gli attestati saranno consegnati solo alla fine del Convegno. Il numero dei crediti non sarà soggetto a riduzioni e a frazionamenti. A fine Corso verrà rilasciato un “Attestato di partecipazione”.Discipline di riferimento:-chirurgia plastica e ricostruttiva-dermatologia e venereologia

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Ufficio Didattica e Congressi IDI IRCCSVia S. Maria Mediatrice, 22/g00165 RomaTel. 06/6646.4458 – Fax 06/6646.4496e-mail: congressi@idi.itwww.idi.it

SI RINGRAZIA PER IL CONTRIBUTO NON VINCOLANTE: WORKSHOP A.C.P.I.C.

Direttori: A. Caggiati, C. Bernardi

   PROGRAMMA 

Premio Antonino Campanella 2012

Il premio è indirizzato ai medici specializzandi in Chirurgia Plastica delle 5 scuole romane. Considerando che si tratta di un evento formativo che mira a verificare le capacità del candidato di presentare un lavoro scientifico in ambito nazionale ed internazionale, verranno valutate principalmente chiarezza espositiva, concisione, rispetto dei tempi e solo in ultimis, il contenuto.
Caratteristiche :
Presentazione orale ppt di 10 minuti strutturata in: premessa, introduzione
materiali e metodi, risultati, discussione e conclusioni.
Le domande correlate di generalità, anno e scuola di iscrizione e titolo della presentazione dovranno essere inviate via mail alla segreteria ACPIC (claudiobernardi@tiscali.it) entro e non oltre il 15 settembre 2012.
Le presentazioni saranno fatte nella riunione ACPIC di martedì 2 ottobre e la premiazione avverrà in quella di dicembre 2012.

Tra i premi in palio:
- Chirurgia plastica estetica del midface e del collo. G. Botti – M. P. Ceravolo
- Midface and Neck Aesthetic Plastic Surgery. G. Botti – M. P. Ceravolo

Il Segretario

La riunione di ottobre 2012

Dopo la pausa estiva riprendiamo le nostre riunioni mensili il giorno

Martedì 2 Ottobre ore 19:30
presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia
dell’Università di Roma “La Sapienza”

Nella riunione verranno presentate le relazioni selezionate per la partecipazione al “Premio Antonino Campanella 2012” .
Sarà comunque lasciato uno spazio ai Soci che vorranno fare una presentazione o una comunicazione di qualsiasi tipo.

Martedì 2 Ottobre ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza

Programma riunione

A. Caggiati – Presentazione del  “Premio Antonino Campanella 2012” e dei primi 4 relatori:

-          D’ETTORRE  MARCO - CICATRIZZAZIONE PATOLOGICA NEI PAZIENTI POST-BARIATRICI: UNO STUDIO  SPERIMENTALE UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE – ROMA

-          TAMBASCO  DAMIANO – INNESTI DI CARTILAGINE ALARE E LEMBO DORSALE DEL NASO PER LA RIPARAZIONE DI PERDITE DI SOSTANZE COMPLESSE DELLA PUNTA DEL NASO UNIVERSITA’ CATTOLICA DEL SACRO CUORE – ROMA

-          PUGLIESE PIERFRANCESCO – Esiti funzionali dopo prelievo bilaterale del muscolo latissimo del dorso per la ricostruzione mammari”. Facoltà di Medicina e Psicologia – Ospedale S. Andrea

-          MARUCCIA MICHELE – “L’utilizzo di cellule staminali di derivazione adipocitaria in chirurgia plastica”. Università “La Sapienza di Roma

A. PAci Aggiornamenti sul congresso SICPRE di Palermo

 

La riunione di novembre 2012

Mercoledì 7 novembre ore 19:30 presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza
Programma riunione

II Sessione di relazioni per il “Premio Antonino Campanella 2012”

- BRUNETTI BENIAMINO IMPIEGO DEI LEMBI AD ISOLA BASATI SULL’ARTERIA TEMPORALE SUPERFICIALE NELLA RICOSTRUZIONE DEL CUOIO CAPELLUTO Università Campus Bio-Medico, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

- CARUSI CARLO “Valutazione della permanenza degli innesti cartilaginei “onlay” della punta nasale 18 mesi post-rinosettoplastica”. Università Campus Bio-Medico, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica
- CARELLA SARA”Misurazione mediante tonometria e terapia della contrattura capsulare”. Università “La Sapienza di Roma

Focus on:
- Austria : Nuove disposizioni in vigore dal 1 gennaio 2013 per la chirurgia estetica.
- Francia – Proposta del fisco francese di tassare con l’IVA i trattamenti di medicina e chirurgia

La Riunione di Dicembre 2012

WORKSHOP ACPIC
PERFORATOR FLA PS: DALLA CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA ALLA CHIRURGIA ESTETICA
Principi anatomici, tecniche di identificazione preoperatoria delle arterie perforanti e applicazioni cliniche in chirurgia ricostruttiva ed estetica
Roma, 19 dicembre 2012
Responsabile scientifico: Alessio Caggiati

Sede del Workshop: IDI IRCCS – Aula Multimediale R. Cavalieri Via Monti di Creta, 104 – 00167 Roma

 

Scarica il programma

Riunione Marzo 2013

Mercoledì 6 Marzo ore 19:30 presso l’Aula dell’Istituto di
Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza Il programma
della riunione prevede le lecture
“ Acid burn: Experience of management from Bangladesh” Dr Kishore Kumar Das (FCPS, MS) Burn and Plastic Surgery Unit Dhaka Medical College Hospital ”

“Imaging for Plastic Surgery”. Emanuele Cigna Chirurgia Plastica Università “La
Sapienza” di Roma.

“Esperienza personale nel trattamento di ustioni da acido in pazienti pakistani”. Francesco Bellezza- Responsabile IP dipartimentale Chirurgia Plastica ricostruttiva in Day Surgery

Meeting di Dermatologia, Chirurgia e Medicina Estetica 2013

anche quest’anno la Società Italiana di Dermatologia Estetica e Correttiva (SIDEC) mette a disposizione dei soci ACPIC venti posti gratuiti per partecipare al Meeting di Dermatologia, Chirurgia e Medicina Estetica 2013 che si terrà a Roma il 22/23 Marzo 2013. I posti verranno assegnati in ordine di prenotazione fino ad esaurimento inviando la richiesta con i propri dati a mastersidec@joiningpeople.it .
Per chi fosse interessato anche a ricevere i crediti ECM è prevista una quota ridotta ACPIC a 150 euro (lunch compreso).
Guarda il programma qui:
http://www.sidec.org/eventi/evento_01_11_2012.php?id_main_menu=4

Riunione di Aprile 2013

Martedì i-5 web cam 9 Aprile http://restauracjastrefa.pl/ocm/cindy-goldsworthy-dating-ii2/ ore 19:30
presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza”

Il programma della riunione prevede una breve lecture:

“High voltage electric burn: Experience of management from Bangladesh” Kishore Kumar Das (FCPS, MS) Burn and Plastic Surgery Unit Dhaka Medical College Hospital
A seguire:
Moderatore: Andrea Paci

- Vantaggi della “triple plane technique” nella mastoplastica additiva.
Roberto Bracaglia
- Modifica http://bodytechautobody.com/100-free-dating-site-now-wcd/ ghiandolare ed integrazione protesica per il trattamento della ptosi mammaria.
Carlo Magliocca

Riunione del mese di Giugno

ADVANCES IN virtual sex online world of warcraft RECONSTRUCTIVE phone chat sex MICROSURGERY

Policlinico Umberto I – Aula Prima Clinica Medica

Monday, 24th June 2013 – h. 15.00

President: N Scuderi

Chairmen: F Saccomanno – R Cipriani

1)Introduction & Welcome.

G De Toma, C Della Rocca

2)Evolution of microsurgery in Italy.

N Scuderi

3)Reconstructive microsurgery of the breast. The Melbourne experience.

ND Houseman (introduced by D Ribuffo)

4)Establishing a comprehensive reconstructive microsurgical centre.

http://lucy-leigh.co.uk/amando-holden-free-online-sex-video-q5s2/

FC Wei (introduced by N Felici)

R Cipriani, President of the Italian Society of Microsurgery, Bologna, Italy

C Della Rocca, Delegate of naughty married wifes dating site the Chancellor, Sapienza University, Rome, Italy

G De Toma, President, Italian Society of Surgery and Chief, Department of Surgery, Sapienza University, Rome, Italy

N Felici, Chief, Plastic Surgery Unit, San Camillo Hospital, Rome, Italy

ND Houseman, Consultant Plastic Surgeon, Cabrini Hospital, Melbourne, Australia

D Ribuffo, Associate Professor, Plastic Surgery Unit, Sapienza University, Rome, Italy

F Saccomanno, Coordinator, Association of Plastic Surgeons of Central Italy, Rome, Italy

N Scuderi Professor and Chief, Plastic Surgery Unit, Sapienza University Hospital, Rome, Italy

FC Wei Professor tv dating shows reality and Chief, Plastic Surgery Unit, Chang Gung Memorial Hospital, Taipei, Taiwan

Mai più pubblicità ingannevole verso i pazienti e contro i chirurghi plastici!

Gli antefatti

Circa un anno fa appariva su alcuni quotidiani un messaggio pubblicitario volto a promuovere le attività di un’associazione specializzata in problemi di “malasanità”, attraverso l’offerta di sostegno medico-legale alle donne danneggiate da interventi di mastoplastica additiva. Il messaggio pubblicitarioappariva ambiguo ed ingannevole poiché mostrava una donna che indossava una cintura esplosiva all’altezza del reggiseno, accostando ad essa frasi chemettevano in guardia le donne stesse, perché portatrici di “bombe”  e di “protesi cancerogene”.

Stanchi di assistere a continue insinuazioni ed in particolar modo a quelle di basso livello come questa,  L’ACPIC (Associazione dei Chirurghi Plastici dell’Italia Centrale)  insieme ad AICPE (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) aveva deciso di presentare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato l’apertura di una formale indagine volta a verificare l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario, adottando con idonei provvedimenti le misure atte ad impedire il perpetuarsi del danno che deriva agli utenti.

 

Esito

l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiesto ed ottenuto da parte dell’associazione in questione l’immediata rimozione dell’informativa pubblicitaria, ritenendola ingannevole e lesiva per i pazienti e per i chirurghi plastici.

L’ACPIC accoglie questa notizia con grande soddisfazione  nella speranza che la

sempre maggior offerta pubblicitaria in campo sanitario  avvenga sempre nel pieno rispetto della dignità del paziente e del medico.

Claudio Bernardi

 

La riunione di ottobre 2013

Martedì 8 Ottobre ore 19:30
presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia
dell’Università di Roma “La Sapienza”

Chirurgia e medicina estetica del collo

Programma:

Mario Pelle Ceravolo: “Il ringiovanimento chirurgico del collo: è sufficiente l’approccio laterale o è necessario anche quello anteriore?”

Flavio Saccomanno: “Lifting cervicale: cute e muscoli, quali ruoli? Indicazione e tecnica per un risultato naturale e duraturo”

Luca Piovano: “Trattamenti estetici mini-invasivi e non invasivi”

La riunione di novembre 2013

Mercoledì 6 Novembre ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza

 

Innesti in rinoplastica

 

Roberto Bracaglia –  Utilizzo degli innesti cartilaginei nella prevenzione e terapia della stenosi valvolare nasale”

Valerio Cervelli -  “Utilizzo degli   innesti cartilaginei per la ricostruzione del dorso nasale”

Michele Pascali – “Utilizzo degli innesti per la ricostruzione della punta nasale”

 

Il Prof. Carlo Alberto Bartoletti è venuto a mancare

E’ con http://fraserstewartphotography.co.uk/ku2-women-dating-way-older-men/ profondo dolore che comunichiamo che http://serwis-torun.pl/rfm/oi-free-speed-dating-raleigh-nc/ il Prof. Carlo Alberto Bartoletti è venuto a mancare.
Abbiamo tutti noi un grande debito di riconoscenza nei confronti del local dating nc Professore.
Lascia un grande vuoto tra di noi, ma entra automaticamente nell’Olimpo, tra coloro che hanno fatto la storia della medicina estetica, a noi tanto vicina.
Ad Emanuele e define casual sex Loredana il nostro più affettuoso call girls dating videos abbraccio.

ACPIC
Il Segretario

La Riunione di Dicembre 2013

la nostra ultima riunione del 2013 riunione sarà il:

Martedì 17 Dicembre ore 19:30

presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia

dell’Università di Roma “La Sapienza

Il programma della riunione prevede una breve relazione del Segretario e del Tesoriere ACPIC, poi una comunicazione G. Esposito sul Congresso invernale di Roccaraso 2014.

A seguire:

“Gluteoplastica Intramuscolare. Ars Secandi contitio sine qua non” – D. Spirito

“Linee curve nel rimodellamento della regione glutea” – C. Bernardi

Alla fine, il consueto scambio di auguri natalizi.

Si raccomanda la puntualità

Il Segretario

I Simposio Invernale ACPIC

La prossima riunione

La riunione con le presentazione delle relazioni per il “Premio Antonino Campanella” sarà il Mercoledì 25 Novembre presso l’Aula dell’Istituto di Dermatologia dell’Università di Roma “La Sapienza alle ore 19 e 30 A seguire le presentazioni, il dr. Caggiati farà alcune considerazioni in tema di Assicurazione http://www.supportkentelmslibrary.co.uk/marthas-vineyard-web-cams-yns/ Professionale. Verrà inoltre presentato il Corso di Dicembre presso http://alkalinefoods.myweightlosssolution.net/twe-free-large-woman-want-sex-online/ l’IDI che ha ottenuto 4 dating and relationships with special operations crediti formativi.